Foggia Calcio, c’è la capolista Casertana, Iemmello: siamo arrabbiati e vogliamo i 3 punti

Foggia Calcio, c’è la capolista Casertana, Iemmello: siamo arrabbiati e vogliamo i 3 punti

Il centravanti rossonero suona la carica in vista del «Monday night» allo Zaccheria. Gli ospiti guidano il Girone C con 7 punti sulle seconde ma il Foggia vuole rilanciarsi

FOGGIA — «Siamo arrabbiati, vogliamo vincere». Parola di Pietro Iemmello. Il capocannoniere del campionato (6 reti) anima la vigilia di Foggia–Casertana, big match della tredicesima giornata del girone C di Lega Pro (fischio d’inizio lunedì alle ore 20). Vincere per accorciare le distanze dalla vetta. Ed evitare la fuga solitaria degli avversari. Per il Foggia non ci sono altri risultati possibili, anche alla luce dei due punti conquistati nelle ultime tre gare da Agnelli e soci. I rossoneri non vincono da quasi un mese (2-0 al Messina domenica 1 novembre), non segnano da 247 minuti, vale a dire dalla rete di Sarno all’Ischia, e il bomber Iemmello è a secco da quasi 4 partite (358 minuti.). Il suo ultimo gol combacia con l’ultimo urrà del Foggia. «L’assenza del gol si fa sentire – commenta Iemmello -. Ma la squadra è viva. Contro il Monopoli abbiamo giocato una partita stregata: abbiamo creato tante occasioni ed abbiamo sbagliato due calci di rigore. A Catania, invece, il nostro dominio è stato lampante ma ci è mancata la finalizzazione. Dobbiamo concentrarci e cercare di migliorare dove siamo carenti».

QUI FOGGIA – Il tecnico De Zerbi, nel «bunker» dell’aeroporto militare di Amendola, prepara la formazione che si opporrà ai rossoblu. Lo spagnolo Riverola dovrebbe sostituire lo squalificato Coletti, con lo slittamento di capitan Agnelli in regia. Out Floriano (stiramento), in attacco dovrebbe essere riconfermato Sainz-Maza. Dubbio – Angelo in difesa. Il calciatore brasiliano si sta allenando con un tutore alla spalla ma la sua presenza rimane in dubbio. In alternativa è pronto Bencivenga.

QUI CASERTA – In casa Casertana, invece, si viaggia sulle ali dell’entusiasmo dopo quattro vittorie consecutive (11 gol fatti, 2 subiti). Il tecnico Romaniello potrebbe rinunciare all’attaccante Negro (problemi muscolari) che comunque sarebbe partito dalla panchina. Rientra dall’infortunio il centravanti Diakitè ma partirà dalla panchina. Dunque in prima linea spazio alla coppia De Angelis – Alfageme, che così bene ha fatto nelle ultime giornate. In dubbio anche l’esterno destro Mangiacasale, che potrebbe recuperare in extremis. Abbondanza a centrocampo, invece, con Rajcic e Capodaglio in corsa per la regia della squadra. Quest’ultimo si lascia preferire nel modulo di Romaniello.

Domenico Carella – Corriere del Mezzogiorno

Biografia Autore