L’appello virtuale di capitan Patino: «Non abbiate paura di prendere il glorioso Foggia»

L’appello virtuale di capitan Patino: «Non abbiate paura di prendere il glorioso Foggia»

[clear-line]

Un vero e proprio appello. Accorato. Sentito. Carico di passione e amore. Tutto l’amore che può mettere il primo capitano in Serie A della storia del Foggia Calcio. Lo ha lanciato questo pomeriggio tramite Facebook il grande Ciccio Patino, quasi 80 anni, otto dei quali spesi con la maglia rossonera. Stagioni impreziosite dalla scalata dalla Serie C alla Serie A. Dalla bellissima Venezia, Ciccio ha postato sulla sua pagina una foto da brividi: viale XXIV Maggio (conosciuto come il corso della stazione) stracolmo di gente in festa, invaso dai tifosi dal piazzale Vittorio Veneto a piazza Cavour. I volti sorridenti sono quelli del Foggiani, ebbri di gioia per aver raggiunto per la prima volta il diritto a godersi la Serie A. Era  il 14 giugno 1964, l’alba di un’era meravigliosa, ricca di soddisfazioni, non ultima la vittoria sull’Inter Euromondiale del mago Helenio Herrera. «Una marea in città! La felicità sfrenata di tutti i tifosi e non farete fatica a riconoscervi, che ora chiedono all’indeciso e titubante futuro presidente di farsi avanti e mettersi alla guida della gloriosa società, quella dei Piccapane, Rosa Rosa, Fesce, ecc…ecc… che con grande coraggio e determinazione iniziarono la fantastica storia dei colori rossoneri!». Un’esortazione che punta dritto al cuore dei possibili acquirenti del club. Parole bellissime e di gran valore, perché pronunciate da capitan-Patino. Qualcuno raccoglierà l’appello?

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".