10.4 C
Foggia
14 Aprile 2021
Blog Cuore Rossonero

Bravo De Zerbi a non mollare mai, ora un altro salto di qualità

DI PEPPINO BALDASSARRE – Onore a te Roberto De Zerbi, onore anche a Beppe Di Bari ed a tutta la squadra, gli unici, i soli che hanno a cuore le sorti del FOGGIA, gli unici che han fatto qualcosa di concreto. Gli altri solo chiacchiere e misfatti altrimenti di punti ne contavamo 55. Onore, quindi, a Roberto De Zerbi, l’unico che non molla mai neppure sul 2-1 per il Matera con il FOGGIA in arresto cardiaco anche grazie a Micale. Basta tirargli a fil di palo e la palla entra: è successo l’anno scorso con l’Aversa e quest’anno nella città dei Sassi. In quel momento De Zerbi era un uomo solo, tradito ed abbandonato dalla squadra, dai tifosi che mugugnavano e da tutti i pizzi, merletti, balocchi e profumi nonchè dai clienti primari di Verile che aveva annunciato, urbi et orbi, l’inizio di una nuova era. Eppure il FOGGIA ha stravinto. Ha stravinto ed aumenta la rabbia ed il rammarico. Miglior attacco di tutta la Lega Pro con 55 reti. Terzo attacco d’Italia dopo Juventus e Pescara con 57 reti, salvo poi capire che solo la Juventus vince il campionato perchè di reti ne ha subite appena 14.

A Matera sono partiti col piglio giusto e Gigliotti ha aperto le marcature poi i lucani hanno capovolto il risultato con Micale in versione acchiappafarfalle. A quel punto il FOGGIA è resuscitato: Sarno è andato in doppia cifra, Iemmello ha riportato in vantaggio il FOGGIA e, prima che Sicurella completasse la manita, proprio Sainz-Maza aveva messo al sicuro il risultato. Proprio Sainz-Maza che ci aveva rovinato il Natale ci ha fatto trascorrere una felice Pasqua.

Adesso arriva la Casertana di Sasà Campilongo, è il momento di fargliela pagare a costui che, sabato santo 1988, simulò e ci fece perdere su rigore a Salerno così come l’abbiam fatta pagare allo Auteri che, sabato santo 2011 con la Nocerina, vinse a FOGGIA in modo discutibile. Il FOGGIA deve vincere per forza ma ce la farà? Fino ad oggi in casa, su 16 gare ne ha vinte solo 7, meno della metà, fino ad oggi nelle gare decisive per il salto di qualità è venuto meno. Inoltre, ci chiediamo in caso di vittoria su Casertana e Lecce diventiamo quinti ma, se Matera e Juve Stabia vincono sempre, si va in vacanza comunque il 10 maggio.

Dei marcatori di Matera, diremo solo di Iemmello salito a 14 reti con i rigori sarebbe il capocannoniere del girone mentre è salito al 68° posto dei cannonieri rossoneri di sempre in compagnia di Di Michele, Fratena, Labate, Marchetti, Messina, Poli e Torti. Siamo sicuri che De Zerbi non mollerà anche se privo di Narciso e Bencivenga, siamo sicuri che almeno i tifosi veri del FOGGIA saranno al fianco della squadra e non si tireranno indietro. Chi ama il FOGGIA agisce e non perde tempo a tingersi i capelli. Tutti parlano di una signora bionda ammaliatrice ma ad Aprilia, nella sua ultima apparizione, era già rossa di capelli poi ci ha abbandonato lasciando il credulone Verile col cerino in mano….

Potrebbero interessarti:

Baldassarre: “Perlomeno si è riavviato il motore, ma…”

La Redazione

Natale non arriva una volta sola

La Redazione

Nonostante Belotti, è la Juve a cantare tre volte. Foggia, Stroppa deve perseverare…

La Redazione