14 C
Foggia
11 Aprile 2021
Blog Tanto Vale

Il Foggia raccontato da Dell’Utri nella nuova serie di Sky

[clear-line]

DI VALERIO LO MUZIO – Il “Foggia dei miracoli” che nei primi anni ’90 stupiva l’Italia intera con un calcio propositivo e spumeggiante è entrato nell’immaginario collettivo, tanto da venire citato nella nuova serie “1992” da ieri in onda su Sky. La fiction diretta da Giuseppe Gagliardi e prodotta da Wildside, in collaborazione con LA7, racconta l’Italia dell’inchiesta “Mani Pulite” e della realtà sociale che la circonda: la Milano da bere, l’ascesa della Tv commerciale, la prima musica dance, ma tra i fenomeni dei primi anni’90 troviamo anche il Foggia di Zdenek Zeman.

Nel secondo episodio della serie, l’attore che interpreta Marcello Dell’Utri dice al giovane pubblicitario Leonardo Notte (Stefano Accorsi): “guarda il Foggia dei miracoli, il suo 4-3-3 è un’idea rivoluzionaria”. Un piccolo tributo che testimonia come negli anni’90 la squadra rossonera fosse legata al concetto innovativo di calcio-spettacolo. Del resto in pochi sanno che fu proprio Dell’Utri a scoprire un giovanissimo Zeman, aneddoto raccontato nella serie tv: “Da giovane a Palermo ero presidente di una piccola squadra di calcio, la Bacigalupo – racconta l’attore – mi serviva un allenatore, presi questo boemo che scappava dai comunisti: Zeman”. Che il Foggia fosse molto di più di una semplice squadra di Lega Pro era risaputo, del resto non è la prima volta che i satanelli compaiono su un set cinematografico: nel film americano “Compagnie pericolose” (https://www.youtube.com/watch?v=McsfnLwbjxk) si intravede una piccola bandiera del Foggia, appesa sul muro alle spalle dell’attore Barry Pepper.
[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=so51YhP2fjU&feature=youtu.be” width=”560″ height=”315″]
La maglia rossonera può vantare diversi cammei in televisione: nella serie Rai “L’ispettore Coliandro”, una comparsa passa davanti alle telecamere con la divisa del Foggia, allontanandosi sotto i portici di Bologna. Da ‘Mamma’ Rai al ‘Biscione’ di Mediaset: nel 1998 su Mai dire Goal, storico programma della Gialappa’s Band, ad indossare la maglietta del Foggia è il tastierista di Elio e le storie tese, sulle note della canzone “TI amo campionato”.(https://www.youtube.com/watch?v=4vx4tnVOzG0) Impossibile dimenticare gli sketch del mitico Antonio Albanese nei panni di ‘Frengo’, che sempre su Mai dire Goal, interpretava un eccentrico tifoso foggiano, commentando le partite dei rossoneri di Zeman. (https://www.youtube.com/watch?v=f-azflL0F2o)

 

Potrebbero interessarti:

L’amico tifoso che aveva il Foggia nel Cuore

Domenico Carella

Le “SVENTAGLIATE” post Messina

La Redazione

Il Menti non mente. Occhio Foggia: la Juve Stabia corre come un Liviero e tesse la tela di un “ragno”

Gianpaolo Limardi