11 C
Foggia
4 Dicembre 2021
Serie B

Pino Iodice: “Domani vedrò Lotito? Nessun problema, fino a una settimana fa mi stimava”

Pino Iodice ultra-combattivo. Il direttore generale dell’Ischia, raggiunto in esclusiva da TuttoLegaPro.com, si prepara all’Assemblea di Lega Pro di domani, dopo il caos, nato dalle colonne di questo portale (LEGGI QUI), sulle telefonate con Claudio Lotito: “Sono già a Firenze. Se vedrò Lotito? Per me è ininfluente, non è un problema che mi pongo. Sono stato convocato alla riunione con la mia società e domani vedremo cosa succederà”.

E’ paradossale che Lotito adesso chieda a tutti di controllare il mio curriculum, adducendo problemi nel passato. Eppure ho SMS che testimoniano i suoi inviti a Roma per discutere di alcune proposte lavorative. Una settimana fa mi stimava come professionista, non capisco perché oggi invece se la prenda con il mio lavoro al punto di dire che porto sfiga. Questo significa solamente miseria umana.

Dobbiamo porre limiti a questo soggetto che deve essere contenuto e circoscritto in certi ambiti, per evitare che il calcio italiano venga inquinato e infangato da personaggi di questo rango. Promettere, offendere, impegnarsi, dire, fare, disfare non sono verbi che fanno bene a questo mondo. Abbiamo bisogno di riforme, programmi e innovazioni, non chiacchiere”.

In ogni caso Lotito ha promesso di querelarla…

“Premesso che io sono il denunciante e che ho subìto minacce e pressioni nel tempo, Lotito dovrà chiedere autorizzazione ala Federazione per procedere in sede civile nei miei confronti. A Marotta fu negata quando voleva querelare proprio Lotito, quando il patron della Lazio disse del dirigente juventino che ‘con un occhio gioca a biliardo, con l’altro conta i punti'”.

Numerosi club di Serie A hanno criticato i suoi metodi…

“Prendo atto che questa è l’Italia. Più che affrontare le vere questioni si pensa alla forma. Leggere che tanti presidenti hanno contestato l’aver registrato delle telefonate, astenendosi dal dare giudizio sui contenuti delle stesse, è una cosa molto triste. Non c’è il coraggio, come l’ho avuto io, ad affrontare le situazioni. Molti dirigenti hanno interesse a non esporsi”.

Anche Lillo Foti, presidente della Reggina, per rimanere nell’ambito di squadre vicine all’Ischia in quanto a classifica, se l’è presa con i personaggi subdoli che usano telefonate registrate…

“Un dirigente di vecchia data come lui mi ha deluso. Credevo fosse una persona che potesse ragionare con la propria testa e invece si è fatto abbindolare da Claudio Lotito”.

In compenso è diventato l’eroe delle piccole piazze italiane…

“Non mi sento un eroe, credo di aver avuto solo il coraggio di fare il mio dovere, denunciando una situazione che fa male al calcio italiano. Non abbiamo bisogno di personaggi come Claudio Lotito. Probabilmente ha anche delle buone idee ma l’arroganza, la prepotenza e la logica del compromesso sono inaccettabili. Ha offeso tutte le varie figure in rappresentanza delle Leghe e della Federazione, di cosa stiamo parlando? Spero che le autorità federali e forse anche quelle statali prendano le giuste decisioni. Io comunque martedì preparerò il dossier insieme all’avvocato Chiacchio e poi lo porterò in Procura Federale”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Coppa Italia Lega Pro: il tabellone degli Ottavi di Finale

La Redazione

Paganese, colloquio tra squadra e tifosi

La Redazione

L’incitamento di Acerbi a Leone: “Tornerai a difendere i pali della gloriosa Reggina”

La Redazione