Casertana, Lombardi: “Non penso che il rigore sia inesistente”

Casertana, Lombardi: “Non penso che il rigore sia inesistente”

La Casertana del patron Giovanni Lombardi è quarta in classifica dopo la quarta vittoria consecutiva che apre ora quello che potrebbe essere un campionato importante da parte dei rossoblù. Il presidente parte dal commentare l’affermazione sulla Salernitana. “Dopo questa partita, discutere degli episodi penso sia superfluo. Come tutte le partite ad un certo livello, questa di oggi era una partita decisa dagli episodi, nonostante la Casertana avesse avuto il dominio territoriale nella ripresa. Non penso che il rigore sia inesistente, al di là delle proteste che ci sono state: ho visto che c’è stato un fallo su un nostro giocatore, ma penso sia stata un’ingenuità da parte del difensore della Salernitana perché un fallo da rigore non si fa al novantatreesimo. Posso capire che la Salernitana sia delusa per aver perso all’ultimo minuto, abbiamo avuto delusioni anche noi al novantesimo”. La Casertana è addirittura a 4 punti dalla vetta. Cambia qualcosa? “Penso che non cambi nulla – commenta Lombardi – perché abbiamo incontrato una delle squadre più forti del campionato, e la Salernitana è stata così vicina a non perdere. Se dovessero vincere a Cosenza riprenderebbero la loro marcia, ma penso che nel girone di ritorno ci si debba aspettare qualcosa di diverso rispetto al girone d’andata, perché se in alcune partite siamo riusciti a vincere con relativa facilità questo non sarà nella seconda parte della stagione, e questo vale anche per le altre squadre. Io voglio ringraziare sia la tifoseria della Salernitana sia quella della Casertana, perché ambedue le tifoserie hanno dato dimostrazione di maturità: come ho sempre detto questo campionato finirà al novantesimo minuto dell’ultima partita, che sarà Salernitana-Casertana”. Quanto sarà importante la gestione delle strutture a Caserta? “Il comune di Caserta so che ha problemi ben più gravi dello stadio di Caserta, quindi spero solo che mantenga gli impegni presi all’inizio del campionato con il protocollo d’intesa che fu firmato per la gestione del manto erboso del Pinto. Rischiamo che alla fine del campionato non si possa avere la possibilità di fare il campo in erba sintetica”. Cambierà qualcosa sul calciomercato? “Il mercato si chiude il 1° febbraio, e credo che le operazioni che saranno predominanti saranno quelle in uscita dalla Serie B. Varie squadre sono ferme in attesa di qualche colpo importante, quindi stiamo aspettando: potremmo dare qualche giocatore di nostra proprietà in prestito”. Il patron ha voluto personalmente Campilongo alla guida della Casertana, quindi è una vittoria anche di Lombardi. “E’ stato importantissimo vincere. Noi eravamo stati criticati per avere esonerato Gregucci quando eravamo al quinto posto, ma alla fine dopo quattro vittorie consecutive qualche merito ce l’ha avuto Campilongo. Noi dobbiamo rimanere comunque con i piedi per terra, perché non abbiamo vinto quattro a zero, ma abbiamo vinto grazie a un episodio, anche se devo dire che la Salernitana è stata rinunciataria nel secondo tempo: senza nulla togliere alla Salernitana, ma le grandi squadre non rinunciano a giocare. Dopo l’episodio del rigore, la Salernitana penserà a cercare di vincere a Cosenza”. Ha salutato Lotito? “Nell’intervallo ha mangiato, gli abbiamo offerto un tortino ai funghi al forno. Scherzando, Lotito è un po’ sfortunato, perché quando vince la Lazio a sua volta perde la Salernitana”. Giudizio sull’arbitro? “Credo che dirigere un incontro con questo clima non era semplice: sarà più dura arbitrare la sfida di ritorno tra Salernitana e Casertana”.

fonte: tuttolegapro

Biografia Autore