14.6 C
Foggia
27 Ottobre 2021
Foggia Calcio

«Re» Iemmello vuole la serie B. Ma con i satanelli, non altrove

Il bomber rossonero: «Sto bene a Foggia, a gennaio non mi muovo». La squadra si prepara al derby con il Barletta, stadio verso il «sold out»

Il Foggia approda per la prima volta nei play off e la città sogna. L’attaccante Pietro Iemmello, vice capocannoniere del girone C di Lega Pro con sette reti, alimenta l’entusiasmo dei tifosi, pur predicando calma e prudenza. «Trovarsi nei play off fa piacere ma non ci stupisce. La squadra credeva fermamente di poter raggiungere questo obiettivo, anche quando mancavano le vittorie. Al contempo, però, sappiamo di non aver fatto niente. Il campionato non è ancora finito e tutto può succedere. Sappiamo che da adesso in poi siamo artefici del nostro destino. Se ci impegneremo al massimo potremmo farcela».

Gruppo vincente Ma perché il Foggia può farcela? «In Lega Pro i campionati si vincono con il gruppo e questa squadra ne ha uno solido. Possiamo pensare seriamente alla Serie B anche se manca qualcosa a livello organizzativo, come ad esempio i campi per gli allenamenti. Ma non è un problema per noi calciatori e tanto meno costituisce un alibi».

Il derby Intanto si avvicina il derby contro il Barletta e il possibile sold out allo Zaccheria (il secondo di fila dopo quello contro il Lecce). Al bomber manca il gol davanti ai propri tifosi dal match contro il Catanzaro. «Speriamo di poter vincere proprio con un mio gol – sorride -. Ho letto alcune notizie provenienti da Barletta, parlano di questa partita come l’evento dell’anno. Io rispondo che anche per noi è importante. In squadra abbiamo tanti foggiani che tengono a fare bene».

«Resto qui» Pietro sembra essersi integrato alla perfezione con i compagni e la città. I tifosi dei satanelli lo chiamano affettuosamente «il Re». Lui ringrazia e dimostra riconoscenza, anche al cospetto di voci che vedrebbero club di B interessati ad acquisire a gennaio le sue prestazioni. «Non sono mai stato bene in una squadra come qui a Foggia. Non voglio andarmene a gennaio, il mio obiettivo è fare una grande stagione qui. E a giugno il Foggia avrà una corsia preferenziale nella mia scelta perché qui sto bene».

fonte: domenico carella – corriere del mezzogiorno

Potrebbero interessarti:

L’anticipo. A Castel Rigone arriva il Poggibonsi

La Redazione

Foggia Calcio, Billong in conferenza

La Redazione

Aprilia, rescissione con mister Ferazzoli

La Redazione