12.9 C
Foggia
17 Ottobre 2021
Serie B

Messina, il ds Pagni: “Lo Monaco è un grande maestro”

In casa Messina si è presentato anche ai nostri microfoni il nuovo direttore sportivo Danilo Pagni, arrivato in Sicilia con grandi motivazioni. Già direttore generale della Salernitana e del Taranto, è stato definito da Pietro Lo Monaco “persona molto stimata nell’ambiente”, e ritorna a fare il suo antico lavoro di ds già svolto a Gallipoli, c’era anche il Pisa sulle sue tracce ma alla fine la scelta di Pagni è caduta sul Messina. Nelle dichiarazioni rilasciate a TuttoLegaPro.com il neo direttore sportivo del Messina non ha voluto fare riferimenti a Franco Zavaglia, noto agente di calciatori, che avrebbe criticato negativamente l’operato di Pagni nella sua precedente esperienza ad Arezzo, ma è un destino incredibile quello che lo metterà di fronte già domenica alla Salernitana, società con cui ottenne una promozione dalla D alla Seconda Divisione.

“Il contatto col Pisa c’era stato – conferma Pagni – ma alla fine ho scelto il Messina, e mi ha fatto molto piacere la chiamata di Battini il quale mi ha fatto gli auguri ieri sera dopo che avevo fatto la mia scelta. Ho preferito Messina perché l’interesse è stato concreto. Altre società mi avevano chiamato, ma Pietro Lo Monaco è stato un grande amico di mio padre e c’è stato sempre un buon rapporto, e mi fa piacere approfondire la conoscenza con un altro maestro quale è Lo Monaco, dopo l’esperienza precedente al Chievo con Sartori. Anche la piazza di Messina ha il suo fascino comunque”.

Lei arriva in una società che punta a salvare la Lega Pro, cosa ci sarà da fare?

“Lo Monaco mi ha presentato alla squadra e anche alla società, abbiamo fatto un sopralluogo delle strutture e ne sono rimasto colpito. So che ci sono delle difficoltà e cercheremo di lavorare al meglio. Se c’è da sistemare la rosa, comunque rispetto chi mi ha preceduto nell’incarico di ds”.

Opererete più in uscita o in entrata?

“Sul mercato interverremo, ma non abbiamo fretta: col presidente si è già parlato, e anche con il mister abbiamo stabilito che bisogna prendere il meglio”

Domenica il Messina sarà a Salerno, per lei sarà una partita da ex.

“Oggi ho telefonato a Lotito e gli ho comunicato la mia scelta, perché i rapporti tra me e lui non sono mai cessati. Comunque incontrare la Salernitana è per me sempre un onore e un piacere. Ho tantissimi ricordi, sono stato un anno ed è come se ci fossi stato di più. Il ricordo è che quando sono arrivato non c’era niente, non avevamo la sede, né il materiale, e tutti insieme abbiamo ottenuto un successo importante. L’altro ricordo è la festa della promozione, ma il momento più bello è stato quello di aver costruito qualcosa di importante a Salerno”.

Il Messina ha bisogno di risultati.

“La squadra è in una posizione di classifica non sicura, il presidente Lo Monaco è stato molto chiaro e molto duro nel fare la sua analisi, ma nello stesso tempo sempre misurato. Andremo a Salerno per cercare di farci valere con grande rispetto dell’avversario”.

Ci può essere qualche movimento di mercato con la Salernitana, visto il rapporto di reciproca stima tra lei e Lotito?

“Anche con Fabiani i rapporti sono più che buoni. Premetto che sul mercato abbiamo avuto delle direttive come quella di prendere giocatori economicamente non onerosi, e rispettare l’età media, e ad oggi tra i giocatori della Salernitana in uscita non ne vedo che siano funzionali al nostro progetto societario. Comunque alla vigilia di una partita importante proprio con la Salernitana, non mi sembra corretto parlarne”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Casertana, Tedesco: “Lecce ha rosa da Serie B, ma noi proveremo a fare la nostra partita”

La Redazione

Aversa Normanna, ecco Cicerelli

La Redazione

Como-Matera, già 1.500 biglietti venduti. Esodo dei tifosi ospiti

La Redazione