13.9 C
Foggia
18 Ottobre 2021
Serie B

Benevento, Brini: “Contro il Matera abbiamo sbagliato la lettura tattica della gara. Sarebbe servita più attenzione”

Nella rocambolesca sfida interna di sabato sera il Benevento ha acciuffato solo al novantesimo il pareggio contro il Matera. Nella ripresa i giallorossi non hanno saputo gestire il vantaggio di un gol con cui avevano chiuso la prima frazione, non approfittando della superiorità numerica. Una gara sbagliata soprattutto nella lettura, come lo stesso Fabio Brini, allenatore dei giallorossi, ha dichiarato a fine partita:

“Una partita strana perché questa è una squadra che ha sempre tenuto bene il campo, mentre oggi a più tratti siamo stati disuniti. Abbiamo sbagliato la lettura della gara tatticamente: ha sbagliato la squadra ed io per primo. Abbiamo sbagliato sotto diversi aspetti e quando sbagli sei costretto a correre di più e male. Le diverse assenze costringono sempre gli stessi a scendere in campo ed è normale che ci sia un po’ di stanchezza ma non voglio che questa sia una spiegazione perché sarebbe bastata una lettura diversa in mezzo al campo per ottenere un buon risultato. In alcuni tratti abbiamo dato l’impressione di aver paura dell’avversario, tardando molto nelle chiusure. In questo modo abbiamo concesso molto al Matera, dando loro la possibilità di far bella figura, ma se fossimo stati più attenti la gara sarebbe stata diversa. Mazzeo ha cominciato la gara da esterno destro anche se ricopriva quel ruolo solo in fase di ripiegamento poiché in fase di possesso giocava molto per vie centrali. Quando ho sostituito Agyei, ho schierato Fabio nel ruolo di regista perché è un giocatore che può darci qualità anche in ruoli non suoi. Chiaro è che se tiri la coperta da una parte, dall’altra perdi qualcosa nel recuperare palloni.

Due punti persi o uno guadagnato? Se fossimo entrati nel secondo tempo così come avevamo lasciato il primo, parlerei di due punti persi. Tuttavia, considero un punto guadagnato per come è andata la gara.

In vista del prossimo impegno, bisognerà analizzare questa partita e valutare gli errori commessi. La migliore medicina è il lavoro fisico e mentale”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

MELFI: colpo in attacco

La Redazione

Sensibile addio al Martina: “Troppi comunicati e pochi fatti”

La Redazione

Salernitana, Menichini: “Il futuro? Chiedete a Lotito e Mezzaroma”

La Redazione