16 C
Foggia
17 Ottobre 2021
Serie B

Ischia, applausi alla squadra. Maurizi: “Non temiamo la Reggina”

Ieri pomeriggio allo stadio Rispoli prima uscita in partita, seppur di allenamento della nuova Ischia. Mister Agenore Maurizi, insieme al secondo Martino Melis, ha effettuato la sgambatura di metà settimana. Squadre schierate a ranghi misti con ben poche indicazioni e senza una vera e propria formazione titolare. Anche dal punto di vista del modulo poche certezze: l’allenatore ha schierato sia la difesa con tre centrali sia la linea a quattro. Lo stesso dicasi per centrocampo ed attacco. Non hanno partecipato alla seduta gli infortunati Armeno e Bacio terracino, ed inoltre il portiere Mennella fermato ai box dal medico per motivi di salute: per lui sintomi influenzali. Tra i pali hanno giocato Giordano e Taglialatela,con quest’ultimo che però risente ancora dei postumi della botta subita durante la gara con la Juve Stabia. Presente sulle tribune una folla numerosa di tifosi, oltre cento, particolarmente partecipativi, che alla fine hanno tributato un applauso a tutti per il grande impegno profuso.
Maurizi ha parlato a IlDispaccio.it, portale calabrese, dello scontro salvezza che lo vede immediatamente opposto al collega Pierantonio Tortelli, anch’egli fresco di nomina, senza fare mistero circa ciò che è accaduto nello scorso weekend. Ecco alcuni passi:
Ischia-Reggina non sarà uno spareggio, ma quasi…
”Siamo entrambe in zona playout. È una gara importante e delicata, in una fase della stagione in cui entrambe le società hanno cambiato tecnico. Non parliamo di ultima spiaggia, c’è un altro girone davanti.
Sarà una partita dura ed importantissima”.
Una sconfitta rappresenterebbe una brutta botta, a livello psicologico. In casa Ischia si respira tensione o voglia di vincere?
”Abbiamo svolto il primo allenamento, adesso valuteremo bene la situazione. È chiaro che qualcosa bisogna cambiare, ma il mio pensiero è di entrare in campo e vincere tutte le partite. Fin qui ne ho vinte ben poche, avendo guidato sempre squadre giovani. Davanti ai nostri tifosi, ci tengo a presentarmi con un risultato importante per ottenere subito stima e fiducia”.
Quale giocatore teme di più?
”La Reggina è un’ottima squadra. Non temo nessuno in particolare, temere è una parola che non mi piace molto. Non abbiamo paura della Reggina”.
Vanno disputate parecchie partite, prima che si riapra il calciomercato. Ischia-Reggina sarà l’occasione per capire quel che vi manca?
”In questa fase, si può attingere solo dal mercato degli svincolati. In questo momento si può pescare bene, ma anche compiere qualche scelta sbagliata che risulterebbe fatale. La gestione dello spogliatoio risulterebbe complicata, bisogna ponderare”.
Nella Reggina è probabile l’assenza di Camilleri, in un reparto già vulnerabile come la difesa.
”In questo momento, l’Ischia ha il peggior attacco della Lega Pro, e la seconda peggior difesa. Sono dati inconfutabili. Dobbiamo fare risultato, al di là delle assenze di Camilleri e Rizzo nella Reggina. A noi mancheranno due punti fermi come Iannascoli e Rainone. In questo momento servono solo i punti”.

fonte: resport

Potrebbero interessarti:

Aversa Normanna, i tifosi contestano pesantemente la squadra

La Redazione

Catanzaro, dal Melfi arriva il centrocampista Agnello

La Redazione

Vigor Lamezia, ottenuta la disponibilità dello stadio “Granillo”

La Redazione