14 C
Foggia
19 Ottobre 2021
Serie B

Enzo Leccese: “Il derby Salernitana-Paganese in onore di Roscia? Una grande iniziativa”

L’iniziativa del quotidiano salernitano Cronache di dedicare il derby in programma allo stadio Arechi, tra la Salernitana e la Paganese alla memoria di un grande sportivo quale è stato Claudio Roscia, diesse sia della squadra granata che di quella azzurrostellata, ha trovato ampi consensi (e non poteva essere diversamente) in tante persone, sportivi e non, che hanno conosciuto il “professore”, sia nella veste di diesse che, poi di opinionista televisivo. Un uomo, si diceva, tutto d’un pezzo ma soprattutto uno sportivo di razza.
Tra coloro che hanno plaudito all’iniziativa del giornale diretto da Tommaso D’Angelo non poteva mancare uno dei capitani “storici” della Salernitana. Enzo Leccese, bandiera della squadra che 21 anni fa era considerata una bella realtà, in terza serie, di quegli anni anche se, come ricordano i tanti tifosi con i capelli grigi, tra alti e bassi. E Leccese ricorda con nostalgia proprio il professore Roscia che come lui aveva militato anche nelle le fila della Paganese. Doppi ex entrambi ma persone di grande spessore. “Claudio Roscia lo ricorderò sempre con affetto per la sua bontà, la sua esperienza ma anche per il suo modo paternalistico di porsi di fronte a noi giovani calciatori. Una persona seria, con un carisma che certamente di quei tempi rappresentava qualcosa di eccezionale. Averlo avuto come direttore sportivo a Salerno possono affermare che ha accresciuto, in me ma, sono convinto, in tutti i calciatori di quel periodo una grande voglia di fare calcio. Forse la sua passione principale, inizialmente, non era proprio il calcio ma con il passare degli anni ha davvero bruciato le tappe, ponendosi come uno dei più preparati ed esperti del nostro mondo”.

Parla con il cuore, Leccese, e non poteva non essere così perché quando si ricorda una persona che non c’è più spesso si rischia di essere retorici. In questo caso, parlare di Claudio Roscia è tutto più facile perché l’ex difensore di fascia della squadra granata fa trasparire stima ed affetto per una persona che, purtroppo, ci ha lasciato solo qualche mese fa.”Posso dire ancora che con Claudio abbiamo avuto tanti scambi di opinioni sia da calciatore ma anche quando ci siamo rivisti qualche tempo fa. Ebbene ho trovato in lui sempre una persona schietta e limpida con cui abbiamo ricordato i tempi che furono con tanta nostalgia”.
Oggi Enzo Leccese, affermato professionista, non ha lasciato il mondo del calcio. E’ coordinatrore delle rappresentative giovanili della Federazione Italiana Gioco Calcio. Un incarico che gli ha conferito il presidente Enzo Pastore da qualche anno e che lui sta assolvendo con grande serietà. Proprio come faceva il compianto Claudio Roscia. “Sono convinto che la giornata di domani, il derby con la Paganese, vivrà nel ricordo di un grande sportivo quale è stato Roscia. E l’iniziativa, lodevole, proprio per ricordarlo è un modo come un altro per far conoscere alla nuove generazioni personaggi importanti che hanno anche scritto pagine importanti della storia della Salernitana”.

fonte: resport

Potrebbero interessarti:

Casertana, l’ex capitano Basile nuovo responsabile scouting

La Redazione

Martina Franca, i tifosi a fianco della società

La Redazione

Messina, la società deferisce Parachì

La Redazione