Sante Giacinti: “Tornerei ad Arzano in caso di ripescaggio”

Sante Giacinti: “Tornerei ad Arzano in caso di ripescaggio”

È iniziato oggi il raduno dell’Equipe Campania di Cava de’ Tirreni, al campo Antonio Desiderio di Pregiato, sotto la pioggia. Il gruppo, composto da venti calciatori, si è allenato sotto la supervisione di Antonio Trovato, data l’assenza di Sandro Luciano: presenti una ventina di calciatori. Con i disoccupati si allena anche l’ex Arzanese Sante Giacinti a 21 anni è già reduce da tre campionati giocati ad alta intensità con Salerno Calcio, Vigor Lamezia e Arzanese, e si augura di fare valere questo suo curriculum per un’eventuale altra esperienza successiva. “Dispiace che siamo retrocessi all’ultima partita con il Tuttocuoio: la grande rincorsa che avevamo fatto da gennaio in avanti per raggiungere la salvezza purtroppo non è servita a niente – commenta Giacinti, nell’ultima stagione con l’Arzanese – A Santa Croce sull’Arno ci serviva una vittoria per restare nella Lega Pro e abbiamo fatto 1-1”.

Qual è la sua speranza?

“Di trovare squadra. Mi sto allenando con l’Equipe Campania nella speranza che questo avvenga, e cercherò di farmi trovare pronto”.

Come giudicherebbe il suo impiego nel campionato appena finito con l’Arzanese?

“E’ stato solo nelle ultime gare che non sono riuscito a giocare, questo perché ero squalificato, e quando sono rientrato il mister ha preferito gente che stesse meglio di me e ha fatto la formazione che riteneva migliore in quel momento”.

Come vede un possibile ripescaggio dell’Arzanese in Lega Pro?

“Sarebbe il giusto premio per la famiglia Serrao e per la società, perché hanno fatto tanti sacrifici con il mercato di gennaio per cercare di aiutare l’Arzanese a rinforzare la squadra per tentare la salvezza. Con otto punti nel girone d’andata non tutte le società avrebbero continuato, loro però hanno avuto la forza di proseguire e di investire”.

Tornerebbe all’Arzanese?

“Sì, tornerei: la società non mi ha fatto mai mancare nulla, non so il mister cosa deciderà di fare, se restare oppure no, ma Marra è stato bravo a tenere il gruppo unito”.

Quanto sono utili questi allenamenti prima dell’inizio del campionato?

“Sono importanti perché se non metti benzina nelle gambe in questo periodo è inutile. Il segreto è proprio la preparazione iniziale”. Se non sarà l’Arzanese la sua prossima squadra dove si vede nel futuro? “Non so, in quel caso sarà il mio agente a informarmi di tutte le possibilità”.

fonte: tuttolegapro

Biografia Autore