7.4 C
Foggia
8 Dicembre 2021
Serie B

Ischia, pres. Taglialatela: “Vi svelo i nostri progetti e i colpi sul mercato”

“Non abituato essere chiamato presidente. Sicuramente é una sensazione strana e particolare, ma preferisco che mi si dia del tu”. Esordisce così Pino Taglialatela, nuovo presidente dell’Ischia. Un ruolo particolare per l’ex portiere di Napoli e Fiorentina, che infatti ricoprirà anche l’incarico di preparatore dei portieri. Una duplice veste accettata per amore verso i colori della propria città.

Che effetto le fa essere il presidente dell’Ischia?

“La ritengo una gratificazione stupenda. Essere diventato il Patron della squadra della mia città rappresenta un grande orgoglio, ma anche un onore del quale voglio dimostrare a tutti il merito”.

Come potremmo definire il Pino Taglialatela presidente?

“Sicuramente atipico. Sto in mezzo alla gente, a contatto quotidianamente con le persone. Non sono il classico presidente”.

Obiettivi per il suo incarico?

“Lavorare per allestire una squadra all’altezza. Questo è il mio compito e non lesinerò energie per riuscirci. Inoltre vogliamo migliorare la logistica degli impianti. La squadra è partita per il ritiro oggi e nei prossimi giorni la raggiungerò per non far mancare il sostegno a giocatori e staff tecnico. Infatti ricoprirò anche il ruolo di preparatore dei portieri, in quanto voglio dare una mano importante al club a trecentosessanta gradi”.

Come procede l’inserimento della nuova dirigenza?

“Direi positivamente per tutti. Merito della grande mano data da parte dei soci e dello staff creato sul territorio. Siamo tutti giovani ma caratterizzati da un grande e medesimo entusiasmo”.

Priorità sul mercato?

“Un paio di centrocampisti. Cerchiamo dei giovani di prospettiva, magari qualche prestito dalle categorie superiori. In difesa ci serve un elemento di esperienza, fermo restando che ci sono alcuni giovani del nostro vivaio in rampa di lancio”.

Si dice che a Ischia i tifosi siano davvero il dodicesimo uomo in campo: conferma?

“È realmente cosi. La nostra tifoseria è partecipe in prima persona della vita del club. Si prodigano per dare una mano: sanno dove trovarci; infatti il nostro quartier generale è diventato un noto albergo del centro…”.

Ci potrebbero essere nuovi ingressi nel club?

“Non lo escludo. Siamo aperti a consigli e nei confronti di chi ci vuole dare mano alla società”.

Il punto fermo é mister Porta?

“Ovviamente. Parliamo di un allenatore bravo, serio e capace. Ce lo teniamo stretti”.

In attacco c’è stato il colpo Cruz, soffiato ad altri club di Lega Pro…

“Cruz rappresenta un elemento decisamente importante per la categoria: è un ragazzo che ha sposato il nostro progetto sin da subito. È bastato un incontro per trovare l’intesa. Sono convinto che potrà essere un elemento chiave per la nostra squadra. Lo dico non solo dal punto di vista tecnico, ma soprattutto comportamentale. Cruz non si risparmia: è punta che dà l’anima in campo, incarna il nostro spirito guerriero…”.

Lei negli anni Novanta è stato uno dei migliori portieri della Serie A: cosa cercherà di trasmettere ai suoi calciatori del proprio vissuto?

“Grazie per le belle parole. Fa piacere che qualcuno si ricordi di me (sorride ndr). Cerco di essere un punto di riferimento anche in campo. Sto vicino ai ragazzi per dare consigli e aiutare chi possa necessitare di un supporto. C’è un bel gruppo e un ambiente corso: questo è il punto di partenza migliore…”.

In chiusura cosa promette ai tifosi ischitani, nonché suoi concittadini?

“Puntiamo a salvarci con i conti in regola. Non faremo follie ma tutti uniti possiamo centrare questo doppio traguardo…”.

fonte: tuttolegapro

Potrebbero interessarti:

Rinforzo in difesa per la Salernitana

La Redazione

Lega Pro. Nuove fidejussioni, budget massimo e tetto salariale: ecco cosa cambierà

La Redazione

Casertana, Gragnaniello lascia i falchetti

La Redazione