11.2 C
Foggia
24 Gennaio 2021
Foggia Calcio

Il prossimo avversario. Reti inviolate tra Casertana e Teramo

Casertana 1

DI MICHELE URBANO – A otto giornate dalla fine del campionato si affrontano al Pinto le regine che comandano il girone B, la Casertana ed il Teramo. Non è una gara come le altre, in palio c´è il primo posto in solitaria, ma anche un possibile allungo sul Cosenza. Massimo equilibrio tra le due compagini anche per ciò che riguarda i punti in gare casalinghe (27) e quelli in gare esterne (20). E se la Casertana è parsa leggermente appannata nelle ultime due prestazioni il Teramo da qualche settimana va a corrente alternata, tre vittorie e tre sconfitte, questi gli ultimi risultati. I falchetti devono riscattare le due sconfitte consecutive e dimostrare che il momento no è già alle spalle. Manca pochissimo al raggiungimento dell´obiettivo di giocare l´anno prossimo nella serie C unica e la Casertana vuole accelerare i tempi chiedendo punti al Teramo di Vivarini. Nell´anticipo di ieri il Cosenza non è riuscito a superare un ottimo Messina e, momentaneamente, ha raggiunto anch´esso la testa della classifica.

LE FORMAZIONI. Nel Teramo partono titolari Cenciarelli, Caidi (che ha scontato il suo turno di squalifica) e Bucchi. Ugolotti schiera Conti al fianco di Idda al centro della difesa con D´Alterio a destra. A centrocampo ci sono De Marco e Cucciniello. L´attacco è sulla spalle di Varriale. PRIMO TEMPO. Vivarini abbandona il 4-2-3-1 e a Caserta opta per un 4-4-2 schierando in avanti Bucchi (alla seconda da titolare) al fianco del brasiliano Dimas. Ugolotti schiera il solito 4-3-3, la punta centrale è Varriale (alla terza da titolare), le chiavi del centrocampo sono in mano a Cucciniello, al cui fianco manovrano De Marco e Cruciani. La Casertana parte determinata, i rossoblu sembrano molto determinati ed aggrediscono alti i portatori di palla del Teramo che faticano a manovrare. Al 22´ un errore in uscita di Serraiocco per poco non permette a Varriale, da posizione defilata, di infilare la porta sguarnita. La Casertana colleziona angoli, anche se non ha mai impensierito il portiere Serraiocco. Al 26´ una girata al volo di Varriale è respinta con difficoltà dal portiere. Un minuto dopo l´arbitro fischia un fallo ai danni di Cruciani proprio sulla linea dell´area di rigore. Il tiro da fermo di Mancino è respinto in angolo dalla barriera. Il Teramo raramente arriva dalle parti di Fumagalli che rimane inoperoso. La Casertana mantiene un costante possesso di palla. Al 34´ Fiore interviene duro sulla caviglia sinistra di Cruciani e merita il cartellino giallo. Il centrocampista rossoblu resta sul rettangolo zoppicando leggermente. Al 37´ su un traversone basso dalla sinistra di Mancino Alvino è anticipato all´ultimo secondo da un difensore biancorosso. Al 43´ Mancino entra in area dalla sinistra palla al piede, supera Scipioni e di sinistro batte a rete colpendo il palo.

SECONDO TEMPO. Nessun cambio durante l´intervallo. Dopo due minuti Cruciani manovra al limite dell´area, poi tenta di sorprendere il portiere con un pallonetto senza riuscirvi. Al 6´ un colpo di testa di Idda, su punizione di Cruciani, è lento e Serraiocco para. La gara stenta a decollare. Nessuna delle due squadre vuole rischiare di perdere la gara (e la vetta della classifica). Al 15´ Alvino, in area di rigore, con un potente sinistro, manda il pallone alle stelle. Un angolo di Mancino mette i brividi a Serraiocco. La Casertana alza il proprio baricentro ma i biancorossi si difendono con ordine. Al 21´ st Vivarini richiama Fiore (non al meglio della condizione) ed inserisce Petrella. Al 24´ Curciani (colpito duro nel primo tempo) lascia il posto a Chiavazzo. Il Teramo abbassa i ritmi della gara e la Casertana non riesce a costruire pericoli dalle parti di Serraiocco. Con l´uscita di Cruciani la Casertana perde molto nella zona nevralgica del campo, il Teramo adesso è più manovriero e fa girare palla meglio che nel primo tempo.

Termina senza reti il big-match della giornata. Nulla cambia in testa alla classifica, Casertana e Teramo sempre a guidare il girone tallonate, ad una sola lunghezza, dal Cosenza. Perde terreno il Foggia. A sette giornate dal termine la Casertana non ha nessuna intenzione di mollare il primo posto della graduatoria.

CASERTANA – TERAMO 0-0

CASERTANA (4-3-3): Fumagalli; D´Alterio Idda Conti Pezzella; De Marco Cucciniello Cruciani (dal 24´ st Chiavazzo); Alvino (dal 30´ st Bacio Terracino) Varriale (dal 36´ st Favetta) Mancino. A disp.: Vigliotti, Antonazzo, Bruno, Piscitelli. All.: Ugolotti.

TERAMO (4-4-2): Serraiocco; Scipioni Caidi Speranza Masullo; Fiore (dal 21´ st Petrella) Cenciarelli (dal 14´ st Arcuri) Lulli Di Paolantonio; Bucchi Dimas (dal 34´ st Gaeta). A disp.: Narduzzo, Giannetti, Gregorio, Casolla. All.: Vivarini.

ARBITRO: Morreale di Roma; assistenti Di Salvo di Barletta e Viola di Bari.

NOTE: spettatori 500 circa; angoli 10-0 per Casertana; ammoniti Fiore (34´ pt), ; rec.: 1´ pt-5´ st.

Potrebbero interessarti:

Foggia Calcio, la difesa nella Top 11 del girone C

La Redazione

TMW – Risoluzione contrattuale per un esterno del Foggia Calcio

La Redazione

IL PRONOSTICO. Foggia Calcio-Martina secondo Davide Dionigi

La Redazione