Sorrento, la scossa dei tifosi: con la Casertana cuore e grinta

Sorrento, la scossa dei tifosi: con la Casertana cuore e grinta


“Grinta, cuore e palle … Vincere”. I tifosi del Sorrento hanno la propria ricetta per cercare di fare il sacco al Pinto di Caserta.
Una ulteriore spinta dopo il ko interno contro l’Aversa Normanna della settimana scorsa. Il faccia a faccia nel post partita con gli elementi più rappresentativi: Villagatti e Danucci. Quattro chiacchiere per chiuedere maggiore impegno, poi un’ulteriore spinta con lo striscione apparso al campo poco prima dell’inizio dell’allenamento. Rossoneri che giungono alla sfida del prossimo fine settimana senza due pedine importanti: Villagatti e Coppola. Un’assenza per reparto in difesa e centrocampo. La preparazione è continuata a spron battuto. Simonelli nel corso dell’ultimo allenamento ha dovuto fare i conti con un’infermeria piena. Fuori i lungodegenti Esposito e Margarita, si sono allenati a parte anche Innocenti, Imparato, Terminiello e Benci con Cavallaro che ha lasciato anzitempo il rettangolo verde a causa di un contrasto nel corso della partitina per sciogliere i muscoli. Prodigo di consigli il tecnico sta lavorando alacremente sulle palle inattive. Tante le soluzioni provate nel corso delle canoniche due ore di allenamento. Resta tutto da decifrare l’undici che il professore di Saviano avrà a disposizione in vista dei falchetti. In tanti sono affidati alle cure dei fisioterapisti Rotondale e Colonna.
Si conta di recuperare almeno due difensori per puntellare il reparto in cui spicca l’assenza del muro di gomma Villagatti.
Al termine della sessione del giovedì i presidenti Ronzi e Durante in presenza dell’allenatore e dell’amministratore unico, Francesco D’Angelo, hanno tenuto a rapporto la squadra negli spogliatoi per oltre un’ora. Obietto capire il perché dell’involuzione che ha colpito i costieri nelle ultime due sfide. Tutti sul banco degli imputati. Simonelli si ci è messo da solo, Durante ha tuonato un “Basta coccole” che dice tutto. Le responsabilità, adesso, sono tutte sulla squadra chiamata ad una svolta a 12 giornate dalla fine.

fonte: resport

Biografia Autore