Ischia, Campilongo: “Ci è andata bene”

Ischia, Campilongo: “Ci è andata bene”


 

Traspare delusione sul volto di Sasà Campilongo dopo il pareggio deludente della sua Ischia contro il fanalino di coda Arzanese. “Siamo stati fortunati, dobbiamo solo ringraziare Pane se oggi (ieri, ndr) siamo riusciti a portare a casa un punto”, ammette l’allenatore riferendosi ai due interventi decisivi del suo estremo difensore. L’allenatore napoletano fa i complimenti all’Arzanese: “Oggi ha dimostrato di non meritare il posto in classifica che occupa, ha messo in campo cattiveria, è arrivata sulla palla sempre prima di noi”.  Campilongo è duro con i suoi: “Abbiamo fatto non uno, ma tre passi indietro. È mancata la cattiveria, lo spirito di sacrificio, in definitiva abbiamo messo in campo una prestazione orribile”. Il mister ne ha per tutti: “I difensori sono stati eccessivamente leggeri e hanno concesso troppe palle-gol agli avversari; il centrocampo si è lasciato surclassare, non ha mai fatto da filtro esponendoci così alle loro ripartenze; tutti gli attaccanti, tranne Longo, non sono stati incisivi e hanno deluso le aspettative”. Insomma, non se ne salva nessuno, o quasi.

Dopo aver chiarito l’episodio dell’espulsione (“non ce l’avevo con l’assistente, ma con un mio giocatore”), Campilongo pensa già alla partita di domenica contro il Poggibonsi, in cui dovrà fare a meno di Alfano e Mora: “Puntiamo alla vittoria, vogliamo finire il girone di andata a 24 punti. A quel punto – conclude l’allenatore – si potrà pensare al rafforzamento della squadra: la società sa dove si deve intervenire”.

fonte: tuttolegapro

 



Biografia Autore

Potrebbero interessarti