Cosenza, Cappellacci: “Dovremo fare dell’umiltà il nostro cavallo di battaglia”

Cosenza, Cappellacci: “Dovremo fare dell’umiltà il nostro cavallo di battaglia”


 

Mister Roberto Cappellacci ha animato la chiacchierata con i cronisti del sabato mattina con il consueto pragmatismo. Non ci sono rituali da rispettare, il mister del Cosenza è uno spirito libero che bada dritto alla sostanza. Senza fare sconti nemmeno a se stesso.

Due i concetti principali che ha espresso alla platea, come riportato dal sito ufficiale nuovacosenzacalcio.it: l’Ischia è tra le squadre più forti del campionato e di conseguenza il Cosenza dovrà giocare una partita all’insegna dell’umiltà, primo valore del suo mister.

L’Ischia ha un organico importante, tra l’altro collaudato da un campionato stravinto, dalla stessa guida tecnica e da una società che opera bene. Ha sempre giocato per imporre il suo ritmo e solo per una serie di episodi non è riuscito finora ad emergere“.

Cappellacci non cita i nomi dei calciatori avversari e non viene stimolato a parlare di Campilongo, con il quale ha un bel rapporto di stima. Ma tutti i complimenti fatti alla sua squadra sono chiaramente un segnale di considerazione del collega avversario.

Capitolo Cosenza. “E’ stata una settimana nella quale, nonostante le condizioni del tempo, siamo riusciti ad allenarci bene, anche se abbiamo cambiato più volte campo. Se le condizioni del tempo saranno ancora così, il terreno, che è già molto allentato, diventerà pesante e allora forse la partita sarà un po’ più “sporca” di quanto lo sarebbe stato su un terreno tipo biliardo. E’ per questo che dovremo fare dell’umiltà il nostro cavallo di battaglia“.

Nessuna “dritta” sulla formazione. L’unico vero dubbio riguarda il ballottaggio tra Calderini e Napolano in prima linea e il mister non se l’è sentita di dare questo vantaggio a Campilongo.

fonte: tuttolegapro



Biografia Autore

Potrebbero interessarti

Leave a Reply