Rassegna Stampa: Il Foggia regge, è in zona promozione. A Caserta basta un pareggio (0-0)

Rassegna Stampa: Il Foggia regge, è in zona promozione. A Caserta basta un pareggio (0-0)


Narciso

– Tra i più positivi della formazione rossonera c´è il portiere Narciso. Padalino: «Risultato positivo».

Il Foggia sale sull´ottovolante. Il prezioso pareggio a reti bianche contro la Casertana consegna agli uomini di Padalino l´ottavo risultato utile di fila e la permanenza momentanea in zona promozione. Tra i più positivi della formazione rossonera c´è il portiere Narciso, autore di alcuni interventi decisivi; in attacco si è sentita non poco l´assenza di Cavallaro, rimasto per buona parte della gara in panchina per noie muscolari. Al suo posto ha giocato il giovane Leonetti.

PRIMO TEMPO – La partita, seppur combattuta, ha vissuto di rare fiammate. All´ 8´ del primo tempo un fallo di mano di Agodirin fa gridare al rigore ma l´arbitro assegna solo una punizione dal limite, tra le proteste daune. A cavallo della mezz´ora la Casertana vive la sua fase migliore. Prima Mancino sfiora il palo con un destro a giro; poi ci prova su calcio di punizione, Narciso respinge, Agodirin prova il tap-in ma ottiene solo un calcio d´angolo. L´ultimo tentativo è di Antonazzo il cui destro deviato da Agostinone viene messo in angolo dal portiere.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa la partita si assopisce per mezz´ora. Cavallaro (subentrato a Venitucci) cerca di svegliarla con una punizione dal limite, ma la sfera viene deviata in angolo dal portiere. Sulla battuta Leonetti sfiora il vantaggio. L´incornata è perentoria ma la risposta d´istinto di Fumagalli è altrettanto bella. L´ultima occasione è per la Casertana. Al 37´ Alvino trova il tempo di girarsi in area e calcia ma Narciso si oppone con bravura.

SPOGLIATOIO – A fine gara il tecnico Padalino commenta: «È stato un pareggio giusto al termine di una buona partita. Abbiamo giocato bene contro una squadra che lotterà per i vertici della classifica Il fallo di Agodirin? Era nettamente in area, poi in altre due occasioni è stato graziato. Comunque va bene così».

Fonte: Domenico Carella – Corriere del Mezzogiorno



Biografia Autore

Potrebbero interessarti

Leave a Reply