Il prossimo avversario, il Sorrento perde contro il Teramo 2-3: cronaca e tabellino

Il prossimo avversario, il Sorrento perde contro il Teramo 2-3: cronaca e tabellino

Sorrento 1

Nuova grande impresa per it Teramo, che torna da Sorrento con una nuova preziosissima vittoria, consolidando così ulteriormente la seconda posizione in classifica e lanciandosi ancor di più verso la salvezza.

Un 2-3 frutto di una gara giocata con grande cuore, provandoci fino all’ultimo, senza lasciarsi scoraggiare dal doppio pareggio dei rossoneri, alla seconda sconfitta casalinga consecutiva dopo quella contro il Chieti. Sugli scudi, in particolare, Dimas Oliveira Gonçalves, all’ennesima doppietta in stagione, e Manuel Ferrani, autore del gol all’ultimo minuto di recupero che ha regalato i tre punti.

Come da programma, Vincenzo Vivarini conferma il 4-2-3-1, oprando per Ferrani al fianco di Speranza al centro della difesa e per la coppia Lulli-Cenciarelli in mediana.

L’avvio é all’insegna dei padroni di casa, evidentemente ansiosi di riscattarsi dopo la sconfitta con il Chieti, ma é del Teramo la prima palla gol del match, al 9′, quando sugli sviluppi di un angolo Ferrani anticipa di testa l’uscita di Miranda, ma il pallone sfiora il palo e termina fuori. L’occasione fallita spinge ancor di più in avanti il Diavolo, tanto che al 12′ Dimas, direttamente da calcio piazzato, sfiora nuovamente il gol indirizzando la sfera di pochissimo al lato.

Il doppio spavento provoca la reazione dei padroni di casa, nello specifico con Maiorino, al cui serpentina in area al 19′ i brividi alla difesa biancorossa, prima di calciare debolmente. Poi, al 23′, il Sorrento va a segno con Canotto a seguito di una corta respinta di Narduzzo, ma la rete é giustamente annullata per fuorigioco.

Il gol valido, comunque, arriva poco dopo in favore del Teramo, manco a dirlo grazie a Dimas, la cui punizione al 30′ rasoterra passa tra le gambe della barriera e si deposita alle spalle di Miranda per lo 0-1 dei biancorossi.

Passato in vantaggio, il Diavolo può dunque rifiatare e limitarsi a contenere la reazione dei locali, il cui picco massimo é tuttavia un tiro da lontano di Maiorino che termina abbondantemente a lato.

La prima frazione si chiude quindi sullo 0-1 per gli ospiti, ma pochi minuti dopo la ripresa delle ostilità, al 49′, un confuso batti e ribatti in area teramana mette il sorrentino Canotto in condizione di calciare sotto la traversa e freddare Narduzzo siglando l’1-1.

Il Teramo, tuttavia, é bravo ad incassare il colpo senza disunirsi, ed anzi riparte subito alla ricerca del nuovo vantaggio, trovandolo al 57′ grazie ancora a Dimas, bravo a concretizzare al meglio un passaggio di Sassano, nato da un erroraccio di Pantano in disimpegno, ed ad insaccare l’1-2 con un bel pallonetto su Miranda. Il Diavolo non vuole accontentarsi, e va subito alla ricerca del gol della sicurezza, trovandolo al 61′ con Petrella, partito però in fuori gioco sul passaggio di Dimas.

Rete non valida, dunque, e si ripete quanto accaduto nel primo tempo, ma a perti invertite: al 64′, difatti, i padroni di casa pareggiano di nuovo grazie a Chinellato, bravo a battere in velocità Speranza e depositare il 2-2 alle spalle di Narduzzo.

Il gol ringalluzzisce entrambe le contendenti, ambedue a questo punto determinate a fare bottino pieno, pur senza produrre occasioni da rete clamorose.

Almeno fino al 93′, quando Gaeta, a tu per tu con Miranda, si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore campano, che devia in corner. E proprio dall’angolo, arriva l’episodio che decide la gara: uscita a vuoto di Miranda, Gaeta si impradonisce della palla e si fa perdonare servendo un assist al bacio per Ferrani che, a porta pressoché sguarnita, segna il gol del 2-3 quando scocca il 94′.

Poco dopo, arriva il fischio finale della gara, che ufficializza una nuova preziosissima vittoria in chiave salvezza del Teramo, sempre più distante dalle zone calde della classifica, nelle quali viene invece risucchiato il Sorrento.

Ennesima prova di forza e compattezza per gli uomini di Vivarini, che possono dunque preparare al meglio la sfida di sabato prossimo contro l’Aprilia.

 

Il tabellino

Sorrento-Teramo 2-3

Sorrento (4-3-3): Miranda; Imparato, Coulibaly, Villagatti, Pantano; Coppola (62′ Catania), Danucci, Margarita (73′ Lalli); Canotto (89′ Improta), Chinellato, Maiorino. A disp Polizzi, Benci, Cavallaro, Soudant. All. Olica (squalificato Chiappino).

Teramo (4-2-3-1): Narduzzo; Scipioni, Ferrani, Speranza, De Fabritis; Lulli, Cenciarelli; Sassano (60′ Petrella), Dimas, Di Paolantonio (67′ Casolla); Bernardo (85′ Gaeta). A disp. Otranto, Caidi, Pacini, Petrella, Patierno. All. Vivarini.

Reti: 30′ Dimas (T), 49′ Canotto (S), 57′ Dimas (T), 64′ Chinellato (S), 94′ Ferrani (T)

Arbitro: Giua di Pisa      Assistenti: Stazi di Ciampino e Garita di Aprilia

Ammoniti: Danucci, Coulibaly, Chinellato (S), Lulli, Casolla, De Fabritis (T)

 

fonte: abruzzo24ore

Biografia Autore

Potrebbero interessarti

Leave a Reply