2^ Divisione/B, nel sabato di campionato il ricordo di Denis Bergamini

2^ Divisione/B, nel sabato di campionato il ricordo di Denis Bergamini

 

– 18 novembre 1989 – 18 novembre 2013: Denis Bergamini, centrocampista del Cosenza ci ha lasciato una sera di novembre sotto un temporale in circostanze misteriose.

La famiglia – e chi gli ha voluto bene – attendono ancora di sapere la verità. Questo editoriale, la testata giornalistica TuttoLegaPro.com vuol dedicarlo alla sua memoria, con la speranza che queste poche parole non spengano la luce su un caso ancora avvolto da parecchie domande. Sabato al “San Vito” il suo sguardo dal cielo non è servito ai lupi per vincere contro il Chieti, ma l´ambiente cosentino non ha dimenticato un figlio scomparso troppo presto. Ti continui ad esser lieve la terra.

Un campionato di 2^ Divisione avvincente quello che stiamo vivendo ogni domenica con continui capovolgimenti di fronte che, se da un lato rendono tutto più indeciso, dimostrano anche la difficoltà che hanno le squadre a confermarsi giornata dopo giornata.

I numeri:

Settimana scorsa – avvalorando la tesi di poco sopra – il fattore campo era saltato con ben nove successi esterni. Questa dodicesima giornata va agli archivi con due sole vittorie lontano da casa, ed entrambe nel girone A. Un segnale di questo equilibrio viene dai soli tre successi con due gol di scarto. Non possiamo lamentarci per niente. Intanto questo turno ci regala 39 realizzazioni e il saldo arriva a quota 515. Nel campionato 2012/13 eravamo a 549.

La copertina:

Non capita tutti i giorni, quando succede ha il giusto risalto e noi di TuttoLegaPro.com non siamo da meno.

Francesco Forte con la Vigor Lamezia si è svezzato al professionismo e dopo cinque stagioni (nel 2011/12 ha sfiorato la promozione in Prima) con l´ultima al pari di Buffon come portiere meno battuto dei campionati professionistici (tra i primi d´Europa, contando i tornei più importanti) con 24 gol subiti, quest´anno al Gavorrano sta dimostrando doti di ragno dei pali e i rigoristi contro di lui tremano.

Dopo il rigore parato a Cunzi in Ischia-Gavorrano, il portierone dei minerari si è ripetuto domenica contro il Castel Rigone (sempre in trasferta) non una, ma due volte: vittima è stata Dario Tranchitella, attaccante degli umbri.

A dire il vero la punta del Castel Rigone il primo rigore lo segna (con finta), però l´arbitro, applicando il regolamento lo fa ripetere. Il numero nove dei locali lo batte allo stesso modo (finta inclusa) e stavolta Forte gli dice di no. Nella ripresa stessa scena: ancora una finta e il portiere ospite si accartoccia con semplicità sulla sfera. Alla fine è un pareggio per 0-0 che dà morale, come si dice in questi casi, all´ambiente dei minerari.

Per la salvezza mister Masi sa di poter contare su un numero uno di livello. Già è qualcosa.

> Girone B:

Il Chieti fa un piacere al Teramo:

Il pronostico sembrava chiuso, invece il campo ha detto tutt´altro: il Chieti ha fatto un figurone al cospetto della capolista del girone, quel Cosenza che si è preso un bello spavento contro i ragazzi di mister Di Meo. Frattali ha avuto il suo bel da fare per evitare il ko interno.

Il Teramo, ringrazia i cugini e sale al vertice dopo aver battuto l´Aprilia per 3-1. Continua il momento no della squadra di Ferazzoli: un punto soltanto nelle ultime sei uscite e il successo che manca da più di un mese.

Le altre:

Il Messina non trova la continuità necessaria per prendere il volo e si fa imporre il pareggio dal Melfi (2-2). Quella stessa continuità che invece sta trovando il Foggia. Quando Padalino predicava calma e gesso, aveva l´occhio lungo (sette risultati utili di fila, conditi da quattro successi e tre pareggi). Il 3-2 contro il Sorrento è un segno di grande salute da parte dei satanelli.

Chiudono: Aversa Normanna-Vigor Lamezia 2-0; Tuttocuoio-Poggibonsi 1-0; Arzanese-Casertana 2-2; Martina-Ischia 1-1.

Fonte: www.tuttolegapro.com



Biografia Autore

Potrebbero interessarti

Leave a Reply