MOTOGIP: San Giovanni Rotondo applaude Michele Pirro | Foggiasport24.com
Header ad

MOTOGIP: San Giovanni Rotondo applaude Michele Pirro

MOTOGIP: San Giovanni Rotondo applaude Michele Pirro

Dodicesimo in classifica generale, pur avendo saltato diversi gran premi per infortunio, terzo in assoluto tra i piloti italiani nei primi quindici posti della classifica generale, dietro Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. L’esordio in Moto Gp per Michele Pirro, centauro di San Giovanni Rotondo in sella alla Ducati, è tutto sommato positivo. Pirro, in attesa del Gran Premio di San Marino, si è concesso un breve periodo di relax nella sua San Giovanni Rotondo dove ha ritirato il Premio “Notte dello Sport” conferitogli dall’Amministrazione comunale. L’occasione giusta per ricambiare l’attenzione della sua gente, regalando al sindaco il suo casco ufficiale, indossato nell’ultima gara di Silverstone. “E’ un dono che ho sempre desiderato fare ai miei concittadini per l’affetto che mi stanno regalando in questi  anni. Lo consegno al sindaco Luigi Pompilio, ma è dedicato a tutta la mia città”. Michele Pirro ha tracciato il suo primo bilancio, soddisfacente per le sue prestazioni, un po’ meno  per l’affidabilità della sua moto. “Sono contento perché quest’anno ho avuto la possibilità di confrontarmi con chi ha la mia stessa moto, ma il nostro scopo è battere Honda e Yamaha”. E’ chiaro che il campione pugliese non nasconde qualche piccola insoddisfazione sulla tenuta della Ducati Desmosedici. Come dire: la Ducati è contenta delle prestazioni di Pirro, lui un po’ meno della moto. “Sono soddisfatto per come sto guidando, ma per battere le giapponesi, Ducati deve lavorare molto, e con l’arrivo di Audi mi auguro di vedere grandi cose in futuro. Oggi però Honda e Yamaha sono superiori a noi. Il futuro? Sempre con Ducati, perché credo nel made in Italy e voglio coronare il mio sogno, quello di vincere un titolo mondiale in sella ad una moto italiana. Non sarà facile, ma ce la metterò tutta, così come darò il massimo domenica prossima nel Gran Premio di San Marino per ottenere un ottimo risultato, magari centrando il podio: sarebbe bellissimo davanti ai propri tifosi e ai tanti amici e i miei genitori che arriveranno dalla Puglia”. Già, la sua terra dove si rifugia anche per pregare e chiedere aiuto a Padre Pio. “Porto sempre con me una sua immaginetta, è il mio protettore. E poi a San Giovanni Rotondo si sta bene. Credetemi, ho girato il mondo ma un luogo bello come la mia città, il mio Gargano non l’ho ancora trovato”.

fonte:teleradioerre

Biografia Autore

Domenico Carella

Direttore di Foggiasport24.com - Giornalista del Corriere del Mezzogiorno (dorso del Corriere della Sera) e conduttore della trasmissione social "4 Amici al bar", in onda tutti i lunedì su youtube e i maggiori social network. Autore dei libri "Diavolo di un satanello", "E il diavolo ci mise la coda", "GI4NNI PIR4ZZINI, una vita da capitano" e "Foggia - Inter 3-2, 31 gennaio 1965, l'impresa degli eroi di Pugliese".

Potrebbero interessarti

Leave a Reply